New Burlesque

Se parliamo di Revival Burlesque non parliamo solo di moda; siamo infatti nell’ambito di un vero e proprio stile di vita, di messa in gioco della propria identità a favore della spettacolarizzazione della propria immagine.
Fenomeno di nicchia ma anche di massa, soprattutto negli ultimi anni il Burlesque ha conosciuto uno sviluppo sia nel campo del cinema, con l’esplosione dello stile parigino del Mulen Rouge o dell’omonimo musical, sia nelle altre discipline dello spettacolo quali la musica, la danza e il teatro.
È inevitabile, quindi, che anche il mondo del fashion abbia adottato gli stilemi derivanti da questo ampio panorama dando vita, soprattutto con Dolce&Gabbana, a creazioni di gusto retrò di chiara ispirazione Burlesque.
Burlesque come il musical interpretato da Cristina Aguilera e Cher e approdato sul grande schermo incontrando il fervore del vasto pubblico; un grande successo derivante anche dalle performance della diva Dita Von Teese che ha fatto del Burlesque un vero e proprio cult, uno stile irrinunciabile per molte altre interpreti dell’avanspettacolo.
Dal Burlesque della Golden Age degli anni Quaranta e Cinquanta al New Burlesque dell’epoca attuale, passando attraverso modelli di stile, eleganza e femminilità di dive quali Tempest Storm e Gypsy Rose Lee, fino alla contemporanea Dita Von Teese.
Tutto questo ha ispirato artiste del calibro di Amy Whinehouse, che ha fatto della sua immagine, oltre che della sua voce straordinaria, la chiave del suo eterno successo.

 

Commenti disabilitati.